martedì 23 maggio 2017

I quaderni del Bardo: Libri dell'editore in vendita online

I quaderni del Bardo: Libri dell'editore in vendita online

Crepapelle di Paola Rondini (Intrecci Edizioni)



Un foglio di carta (carta buona e spessa) pieno di frasi all’apparenza senza senso e firmato Crepapelle  è ciò che Edo, anziano dalla pelle ambrata e dalle spalle resistenti, maestro nel fare il nodo alla cravatta, distribuisce una volta al mese agli automobilisti fermi al semaforo, distogliendoli dalla frenesia di un'altra giornata frettolosa. Per Giacomo, chirurgo plastico dal successo programmato con cura maniacale, quel foglio e quella firma diventano un elemento di disturbo che offusca l'occhio millimetrico e rende insicuro il bisturi. La sua routine trionfale salta e, nell'esplosione, si frantuma anche la vita di una sua paziente, già sedata e pronta a ricevere la sua dose di futuro. Lei è Greta, una ragazza di cinquant'anni, fresca di divorzio e in corsa per la sua seconda chance. Da quel momento, per i due protagonisti niente sarà più come prima e niente tornerà al suo posto.   Rondini esplora il caos che, ingovernabile, inceppa gli ingranaggi, li devia, e lo fa muovendosi tra solitudini eroiche e smania di perfezione, e suggestive incursioni nel passato dove l'amore (o la follia) ha vinto tutto, anche la morte, forse.  Una nota particolare va dedicata alla copertina, omaggio dell’artista americano Zio Ziegler  al romanzo, all’autrice  e all’editore, e che riassume alla perfezione Edo, il suo sguardo sul mondo e le imperscrutabili intersezioni che legano i vari protagonisti e, di riflesso, i lettori.

Paola Rondini nasce a Città di Castello. Nel 2003, il suo primo racconto breve dal titolo “Stop-Play” viene inserito in un’antologia della casa editrice Liberodiscrivere. Nel 2007, esce per Fanucci il suo primo romanzo “Miniature”, tradotto anche in Germania e Spagna. In Germania esce poi la versione in e-book di “Letal”, nella selezione del Club degli Editori tedesco. Ma la scrittura per la Rondini è soprattutto ricerca, nella libertà di confini mentali e territoriali, e così nel 2010, e sempre per Fanucci, pubblica il secondo romanzo “I fiori di Hong Kong”. Nel frattempo l’autrice continua a coltivare la sua passione per i racconti brevi e uno di questi “Double-Face” esce nella rivista Flair e un secondo, “Per Elisa”, viene pubblicato nell’antologia UmbriaNoir ( Giulio Perrone Editore) . Dopo queste prime esperienze di pubblicazione, Paola Rondini inizia una nuova fase della sua scrittura che la distanzia dal genere thriller e l’avvicina al romanzo di più ampio respiro nella totale libertà espressiva e di sperimentazione e nel 2014 pubblica con Fernandel “Il salto della rana”. Dal 2016 collabora  con la rivista Wall Street International Magazine, dove ogni mese pubblica racconti. Sempre nel 2016 scrive la prefazione del libro fotografico "Going Slowly" del pluripremiato fotografo Stefano Giogli presentato al Maxxi di Roma. Quando non viaggia, vive in Umbria, dove spesso collabora con eventi culturali d’importanza internazionale.  Da segnalare che Paola Rondini è stata inserita in Mondi&Esperienze, l’antologia italiana per la scuola secondaria superiore  della casa editrice G.B. Palumbo: nel capitolo dedicato a  ‘Le diverse vie del romanzo contemporaneo’, insieme a brani di Roberto Saviano, Paolo Giordano e Alessandro D’Avenia, è presente il suo I Fiori di Hong Kong (Fanucci 2010).  Il testo antologico è curato dalla professoressa Marisa Carlà, un’autrice sempre attenta a rinnovare il canone scolastico delle letture da proporre agli studenti. La scelta della studiosa è ricaduta su di lei perché considerata una delle voci più interessanti, vive, vivaci e originali del panorama letterario contemporaneoper l’abilità di intersecare vicende private con vicende sociali fortemente calate nella contemporaneità.

Attentato Manchester, urla di paura nell'arena stra colma

Attentato Manchester, in lontananza cresce il boato di urla. Il momento ...

Attentato Manchester, panico e terrore la gente cerca di scappare dall a...

giovedì 18 maggio 2017

I quaderni del Bardo: Libri dell'editore in vendita online

I quaderni del Bardo: Libri dell'editore in vendita online

Mattarella assiste all'inno nazionale prima della finale di Coppa Italia

Il fattore H nel film Hellboy

Mattarella riceve da Agnelli e Lotito le magliette di Juve e Lazio

In Medias Res di Chiara Evangelista e Rare Rondini a Primavera di Vito Antonio Conte (i Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno) ad ARTEMIA Artisti a Levante






















Chiara Evangelista con In Medias Res e Vito Antonio Conte con Rare Rondini a Prmavera edite da I Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno saranno ospiti della Rassegna Culturale ARTEMIA – ARTISTI A LEVANTE a Torre Specchia Grande Contrada Pozze - Santa Maura, organizzato dalle Associazioni Al Ri – Libri da Bere e Gaia. L’evento che è previsto  per il giorno 20 maggio 2017 dalle 16,00 alle 19,00 prevede accanto alla presentazione degli autori , la lettura dei testi di Donato Chiarello con l’accompagnamento musicale di Adriano Piscopello al violino e di Margherita Mariano al pianoforte. Interverrà l’editore Stefano Donno.  

In Medias Res di Chiara Evangelista  - “A chi mi ama per ciò che sono e a chi mi ha sostenuta in questo incipit… In medias res!”.  Così si apre la raccolta poetica dell’esordiente  leccese Chiara Evangelista.  Ogni singola poesia si contraddistingue per l'utilizzo di rime, assonanze e, altre varie figure retoriche, seguite da una metrica che disegna un proprio flow e un mood singolare che appartengono a Chiara in maniera genetica.  Questo pamphlet è densissimo di sequenze di versi molto ritmati, incentrati su specificità tecniche come rime baciate, assonanze-consonanze ed allitterazioni.  Questi  versi  vanno scanditi per bene, e quasi sembrano avere una figura ritmica ben precisa come quella del 4/4, tanto queste parole consentono un ascolto lineare, ma soprattutto un approccio semplice ed immediato. Un esempio forse può chiarire: “Barcollare tra il denotativo e il connotativo, acquadernare e squadernare, animare l'inanimato, vedere e non guardare, rendere fluorescenti le tinte pastello...”.   In medias res  parla fondamentalmente  d’amore, di morte (quella interiore magari dinanzi alle tante delusioni della quotidianità) e delle tante sciocchezze che vita pone sul cammino di tutti, quasi fossero tante (anche se estenuanti) prove che conducono alla maturità, qualunque essa sia, ovunque essa sia.
Chiara Evangelista è nata a Lecce nel 1997. Dopo aver conseguito la maturità classica, ha intrapreso gli studi giuridici presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano. Da sempre le sue passioni sono la musica, il cinema e la letteratura

Rare Rondini a Primavera di Vito Antonio Conte  - Poesia quella di Vito Antonio Conte carica di senso, o meglio di quel sentimento vitale che non arretra rispetto a niente e nessuno. I versi sono attraversati come un fiume in piena da sorrisi amari, sberleffi, e un impellente quanto mai sopito bilanciamento del ritmo in ogni parola usata, perché se la si deve dire tutta, è inutile biasciare, balbettare o peggio ancora essere fraintesi. Questa piccola raccolta poetica nonostante tutto (e fortunatamente grazie a tutto quello che esprime) e nonostante l’amarcord che la pervade, è un inno singolare alla vita, forse un invito al viaggio per non farsi sfuggire nulla e godere di tutto, per non avere rimpianti, rimorsi e inutili nodi alla gola!

Vito Antonio Conte è nato a San Pietro in Lama e vive a Lecce, siccome gli è toccato e siccome ha scelto. Laureato in giurisprudenza, rispetta il diritto, ma ama giocare di rovescio…

iQdB edizioni di Stefano Donno  (i Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno)
Sede Legale e Redazione: Via S. Simone 74 - 73107 Sannicola (LE)
Redazione - Mauro Marino
Segreteria Organizzativa – Dott.ssa Emanuela Boccassini (ema.boccassini@gmail.com)
Public Relations – Raffaele Santoro
Social Media Communications - Anastasia Leo, Ludovica Leo

mercoledì 17 maggio 2017

"In cammino nei Parchi" arriva in Puglia con il Sentiero delle 7 Fontane - Domenica 21 maggio 2017, Spinazzola

Bari, 17 maggio 2017 – In occasione della 17^ Giornata Nazionale dei Sentieri, Domenica 21 maggio 2017, il CAI Bari aderisce all'appuntamento annuale del Club Alpino Italiano e di FederParchi  "In cammino nei Parchi", inaugurando insieme ad escursionisti e appassionati che vorranno accompagnarli,  il nuovo sentiero "le 7 Fontane" di Spinazzola.

In cammino nei Parchi è l'iniziativa di sensibilizzazione creata 5 anni fa per la Giornata Nazionale dei Sentieri dal Club Alpino Italiano e FederParchi, con l'intento di promuovere il piacere del camminare in libertà, nel pieno rispetto della natura, alla scoperta delle realtà naturalistiche e culturali di montagne, terre alte e parchi d'Italia, attraverso l'esplorazione e la cura dei sentieri che, grazie alla SOSEC (Struttura Operativa Sentieri e Cartografia) del CAI, diventano "veicoli" ad impatto zero per la frequentazione, la conoscenza, la tutela e la valorizzazione di uno specifico territorio. Quella del 21 maggio sarà dunque una giornata di "piacevole" impegno, alla quale tutti,  grandi e piccoli, escursionisti, arrampicatori, alpinisti e  appassionati, sono invitati a partecipare ed essere protagonisti, collaborando insieme alla tematizzazione e alla manutenzione dei sentieri, per imparare e diffondere il  rispetto per la natura nella sua globale complessità.

In Puglia sarà dunque una giornata all'insegna delle scoperta delle bellezze storico-naturalistiche del territorio di Spinazzola, durante la quale tutti gli appassionati, escursionisti, famiglie, visitatori e turisti, accompagnati dal Gruppo Scout AGESCI Locale, potranno assistere alla realizzazione della segnaletica orizzontale del sentiero naturalistico "Le 7 fontane", a cura degli operatori abilitati del Gruppo Sentieri CAI sezione di Bari, in un'escursione di medio-lunga percorrenza (circa 12 km),  che dal centro del paese li condurrà fino al santuario Madonna del Bosco, passando attraverso le principali fontane storiche, il bosco Gadone-Turcitano, e i ruderi del Castello di Spinazzola. Da questo sentiero prenderanno vita escursioni storico-naturalistiche di livello turistico guidate dagli Scout, in cui ognuno potrà scegliere il percorso più adatto alle proprie capacità e i propri interessi (scegliendo tra verde, giallo e rosso),  sostando per la pausa pranzo presso il Santuario "Madonna del Bosco".

"Quest'anno siamo orgogliosi di declinare anche in Puglia questa iniziativa nazionale di CAI e FederParchi. Per farlo, il Gruppo Sentieri del CAI Bari ha scelto di sviluppare un progetto di Sentieristica nel comune di Spinazzola, un territorio unico e speciale, per i diversi contesti paesaggistici che abbraccia, le potenzialità escursionistiche che racchiude, e la proattività e la volontà di crescita in tal senso dimostrata da associazioni ed enti locali. Ci auguriamo che questa sia solo la prima di tante virtuose collaborazioni, che potranno estendersi a tutto il territorio pugliese. Lo standard CAI in materia tematizzazione e sicurezza della sentieristica è una garanzia a livello internazionale, il suo linguaggio è ormai riconosciuto come universale. E nulla ci rende più felici che mettere la competenza e l'esperienza del Club Alpino Italiano al servizio della Puglia, una regione ormai conosciuta e amatissima in tutto il mondo", spiega Maurizio Armenise, Presidente del CAI Bari.

La giornata, realizzata con il patrocinio del Comune di Spinazzola, sarà aperta a tutti coloro che vorranno partecipare, grazie all'impegno del locale gruppo scout AGESCI "Spinazzola 1", della ProLoco, e della partecipazione di Legambiente, dell'associazione di emergenza radio "G. Marconi", e del "Team Bike" di Spinazzola,  L'incontro per la partenza comune delle escursioni è alle ore 9:00 presso la chiesa di San Nicola a Spinazzola.  La partecipazione alle escursioni guidate è gratuita, mentre il costo del pranzo, a cura della ProLoco di Spinazzola, è di 5,00€. Si consigliano scarpe da trekking e vestiario adeguato alle condizioni climatiche. La prenotazione è obbligatoria, e si può effettuare entro la mattina di venerdì 19 maggio 2017  ai seguenti numeri: 327.79.84.123 (Carlo)  - 380.21.12.746 (Donato). Per maggiori dettagli sulla scelta dei percorsi e organizzazione logistica, visita la Pagina Facebook dell'evento

Il Club Alpino Italiano (CAI) nato a Torino nel 1863 e diffusosi capillarmente in tutto il territorio nazionale, provvede alla promozione e organizzazione di iniziative alpinistiche, escursionistiche, speleologiche e naturalistiche in Italia. La sua missione principale è quella di promuovere una sicura e consapevole frequentazione dell'ambiente impervio, nel pieno rispetto della natura. Ogni anno organizza corsi d'addestramento per la formazione di 22 diverse figure di titolati (istruttori, accompagnatori ed operatori) e si dedica  al tracciamento, alla realizzazione e alla manutenzione di sentieri, opere alpine, attrezzature alpinistiche, rifugi alpini e bivacchi d'alta quota (750 strutture per un totale di 21.000 posti letto), e sostiene inoltre attività scientifiche e didattiche mirate alla conoscenza, protezione e valorizzazione di ogni aspetto dell'ambiente nella sua globale complessità. Infine, tramite il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS), struttura operativa del CAI, attua idonee iniziative tecniche per la vigilanza e la prevenzione degli infortuni nell'esercizio delle attività alpinistiche, escursionistiche e speleologiche, per il soccorso degli infortunati o dei pericolanti e per il recupero dei caduti. Per info: www.cai.it

La sezione di Bari del Club Alpino Italiano è stata fondata nel 1982 da un gruppo di appassionati di montagna e dai soci del preesistente Gruppo Speleologico Vespertilio. Perseguendo e traendo vita dallo spirito del Cai nazionale, la sezione è diventata punto di riferimento per la Terra di Bari nella pratica di alpinismo, escursionismo e speleologia, integrate negli ultimi anni dall'arrampicata sportiva e dalla mountain bike su percorsi impervi. Il CAI Bari promuove inoltre attività scientifiche e didattiche, in collaborazione con altre associazioni o nell'ambito di strutture pubbliche attraverso lezioni pratiche e teoriche, finalizzate alla conoscenza ed allo studio dell'ambiente naturale in generale e regionale in particolare, per meglio proteggerlo e valorizzarlo. La Sezione annovera fra i suoi soci  anche membri del Servizio Regionale Puglia del CNSAS e contribuisce alla formazione di titolati CAI con corsi di addestramento sia nazionali che sezionali. Il programma annuale di Attività, corsi d'introduzione, incontri scientifico –didattici,  manifestazioni culturali e ricreative, è pubblicato sul sito www.caibari.it e realizzato dai Gruppi che compongono la sezione: Gruppo Speleologico Vespertilio, Commissione Escursionismo, Gruppo di Ciclo Escursionismo "Bicinvetta", Gruppo Sentieri.