mercoledì 22 marzo 2017

Attacco a Londra, l'annuncio dell'attentato a Westminster

Attentato a Londra, sparatoria davanti al Parlamento, sul ponte Westminster

Attentato a Londra, eliambulanza in Parlamento

ATTENTATO PARLAMENTO DI LONDRA 22/03/2017 [DIRETTA]

TEMPO DI LIBRI | Cena D'Autore: IBS.it e Gems fanno incontrare autori e lettori

Milano, 22 marzo 2017 - In occasione della nuova fiera del libro di Milano, Tempo di Libri (19-23 aprile),  IBS.it la prima libreria online italiana,  in collaborazione le case editrici del gruppo Gems - Corbaccio, Garzanti, Longanesi, Nord, Vallardi - lancia l'iniziativa Cena d'Autore, una nuova modalità di incontro tra autori e lettori.

La Cena d'Autore rappresenta un'occasione unica di conoscere i propri scrittori preferiti trascorrendo con loro una serata conviviale tra musica, chiacchiere e buon cibo.

Le cene si svolgeranno nella storica trattoria milanese Osteria del Treno, presso il Peck Italian Bar e al Wicky's Wicuisine Seafood, inizieranno alle ore 20.30 e il menu proposto varierà ad ogni incontro traendo ispirazione dai luoghi dei romanzi degli autori ospiti o dalla loro città di provenienza. Anche la musica che farà da colonna sonora delle serate ricalcherà le atmosfere dei libri.

Si parte il 18 aprile con un originale viaggio nella capitale del Sol Levante accompagnati dalla celebre dj La Pina e il suo I LOVE TOKIO (Vallardi). Il 19 aprile entrerà in scena Andrea Vitali, il cui nuovo romanzo, A cantare fu il cane (Garzanti), da pochi giorni in libreria, ha subito scalato le classifiche. Il 20 aprile seguiranno Federico Moccia, con il romanzo in uscita per Nord Tre volte te, ultimo capitolo della saga cult iniziata con Tre metri sopra il cielo, e il thrillerista tedesco Wulf Dorn, in Italia con il suo nuovo romanzo Gli eredi (Corbaccio). Il 21 aprile sarà invece la volta della scrittrice spagnola contemporanea più letta e amata, Clara Sánchez, e del suo Lo stupore di una notte di luce (Garzanti). L'ultimo appuntamento vedrà protagonista Alessia Gazzola, autrice de L'Allieva (Longanesi) diventata recentemente anche una serie tv di grande successo per Rai Uno.

La Cena d'Autore è prenotabile esclusivamente sul sito di IBS.it.

Le prenotazioni verranno accettate fino a esaurimento posti.

IBS.it è la prima libreria italiana online, con oltre tre milioni di clienti e un'offerta che conta più di 7 milioni tra libri, film, musica e altri prodotti legati a cultura ed entertainment. Da IBS.it ogni anno partono 2 milioni di pacchi che raggiungono clienti in ogni angolo d'Italia e del mondo.

IL FANTASY D'ESORDIO DI VALENTINA FRATINI: DREMA E IL SEGRETO DEI SOGNI

ROMA 22 MARZO 2017 - Un'affascinante avventura con colpi di scena mozzafiato immersa nel mondo dei sogni e dell'immaginario: "Drema e il segreto dei sogni" è il primo volume della trilogia "Immagination" firmata da Valentina Fratini, pensata per lettori tra gli 8 e gli 88 anni, edita dalla casa editrice fiorentina Lorenzo de' Medici Press (15 euro - 208 pagine formato 15 x 21 cm) e illustrata con 11 tavole originali a colori di Alexandra Colombo. Contemporaneamente all'uscita del libro, aprono il sito internet (www.dremaeilsegretodeisogni.com) e un blog pensati per i giovani lettori e dedicati proprio al mondo fantastico di Drema.

 

LA TRAMA – Aurora, la protagonista, ha nove anni, vive in un orfanotrofio e racconta cose stranissime. Ricorda di aver visto mucche volanti e sostiene che il suo migliore amico è uno scoiattolo che parla. Gli adulti la ritengono troppo stramba per adottarla, e perfino lei sta iniziando a pensare di essere pazza quando una notte, all'improvviso, si ritrova catapultata nel mondo da cui in realtà proviene: Drema, il vulcano segreto in cui tutti i sogni prendono vita. Ben presto però Aurora scopre che un pericolo minaccia quel luogo incantato: Etrom, l'oscuro Signore degli Incubi, vuole mettere i suoi artigli sul regno dei sogni.

 

L'AUTRICE - Valentina Fratini vive tra Arezzo e Roma. È una sceneggiatrice e una regista che lavora per il cinema, la televisione ed il teatro. Ha collaborato con varie, importanti, personalità del panorama artistico italiano tra cui Luca Verdone, Matteo Rovere, Rossella Izzo, Vinicio Marchioni e Giorgio Pasotti. "Drema ed il segreto dei sogni" è il suo primo romanzo che nasce dall'idea di stimolare piccoli e grandi ad usare l'enorme potere nascosto nella loro immaginazione. 

 

 

 

L'ILLUSTRATRICE - Alexandra Colombo illustra libri da oltre 10 anni. Più di 50 titoli con le sue opere sono stati pubblicati in vari paesi del mondo (tra cui Stati Uniti, Inghilterra, Francia, Australia, Korea, Taiwan  etc). Tra i suoi volumi più famosi, "Michael Recyle" (IDW Publishing) pubblicato in Spagna, in Inghilterra, in Australia, in Israele e best seller negli USA.

 


All'Insegna Del Bello il nuovo libro di Alessandro Feroldi

La carriera e la vita di un professionista del lusso protagonista delle pagine di un libro. Alessandro Feroldi, scrittore e giornalista, racconta Fabrizio Zampetti, la sua esperienza e la sua Milano in un volume in uscita ad aprile.

Con le esclusive fotografie di Sheila Rock, il libro è un racconto di vita, la storia di un uomo che ha fatto della sua carriera un vanto e che ogni giorno fa della ricerca del bello una missione.

Protagonista del volume insieme a Zampetti, romano di nascita, è Milano, quella città che lo ha adottato e da sempre ispira il suo lavoro, con la sua anima stacanovista ma profondamente intellettuale e ricercata, quell'energia vitale che rende la capitale morale italiana un punto di riferimento in Europa e nel mondo.

Per Fabrizio Zampetti "All'insegna del bello" è un motto, e uno stile di vita: da vent'anni – metà della sua vita – si occupa di case, facendo incontrare desideri, psicologie, attitudini, propensioni, gusti di coloro che una casa la cercano o la vendono.

Immagini iconiche che raccontano un tempo complicato, la ribellione di una generazione, un ritmo nuovo che rompe gli schemi, attraverso gli occhi sensibili di una fotografa capace di catturare l'essenza stessa di ciò che ritrae. 

Sheila Rock è nota per le sue fotografie indimenticabili dedicate al Punk e ai più grandi musicisti (dai The Clash ai Sex Pistols, fino agli U2, Sting, Brian Ferry e Sade) ma sono solamente parte della sua produzione artistica: la moda, i ritratti, gli interni, ogni scatto rivela qualcosa che va oltre il soggetto, alla scoperta della sua unicità, della sua anima.

È lei lo sguardo dietro i ritratti magnetici di Fabrizio Zampetti che da vent'anni è protagonista indiscusso del mondo degli immobili di lusso e rappresenta, oggi, una nuova figura nel settore, l'House Hunter, garante di certezza, discrezione e professionalità. Negli scatti, in un rigoroso bianco e nero, la raffinata atmosfera che riporta alla mente la Hollywood degli anni Trenta e Quaranta, prerogativa di Zampetti, incontra l'intensità dell'arte fotografica, in un percorso per immagini alla ricerca di ciò che va oltre l'apparenza: la pura Bellezza.

L'innata capacità che Sheila Rock possiede di entrare in empatia con il soggetto e svelarne l'identità più recondita è la caratteristica che ha convinto Gianluca Piroli (AD di Acmesign) che fosse la scelta giusta: «Stavo cercando qualcuno che lo potesse interpretare in modo credibile, – racconta Piroli – che avesse la sensibilità per capire un preciso momento della storia. Lei lo ha immortalato in passato e nuovamente ha dato vita con le sue immagini a un periodo specifico. Sa comprendere veramente un concept ed è bravissima nel renderlo iconico».
Il libro Fabrizio Zampetti. All'insegna del bello è in vendita nelle migliori librerie e su Amazon.

http://fabriziozampetti.it 





Mariana Vega - La Marea (Official Video)

Attentati Bruxelles, la commemorazione all'aeroporto di Zaventem con i r...

Luca Chianca (Report): "Sequestro in Congo? Lì per raccontare tangenti Eni"

Locri, alla manifestazione per le vittime delle mafie: "Bella cosa, ma p...

martedì 21 marzo 2017

PANSA A MIX24 SU RADIO 24: RENZI PEGGIOR DEMOCRISTIANO 2.0. LA DC MENO CIALTRONA DEI PARTITI DI OGGI

PANSA A MIX24 SU RADIO 24: RENZI PEGGIOR DEMOCRISTIANO 2.0. LA DC MENO CIALTRONA DEI PARTITI DI OGGI

"Il più noto e il peggiore è proprio Matteo Renzi". Secondo Giampaolo Pansa, nonostante la DC sia morta da anni, come sottolinea Giovanni Minoli durante il Faccia a Faccia a Mix24 su Radio 24, è lui il democristiano 2.0 che continua a comandare. E al giornalista che gli ricorda anche quanto lui sia sempre stato un critico feroce della Democrazia Cristiana e gli chiede se adesso, dopo i vinti della resistenza, si possa rivalutare anche la balena bianca, Pansa risponde: "Ma sì, in fondo era meno cialtrona dei partiti di oggi".

PANSA A MIX24 SU RADIO 24: VINCERA' RENZI. GLI ALTRI TROPPO DEBOLI
 A Giovanni Minoli che, durante Mix24 su Radio 24, gli chiede perché per le primarie del Pd punterebbe su Renzi vincitore, Giampaolo Pansa risponde: "Perché mi pare più forte e gli altri due troppo deboli, gli altri due sono delle comparse. Quindi Renzi vincerà, non potrà più fare sfracelli."

PANSA A MIX24 SU RADIO 24: ORLANDO MAL CONSIGLIATO DA NAPOLITANO
"Se è vero che è sponsorizzato da Giorgio Napolitano, la conclusione è che il mal consigliatore è proprio l'ex presidente della Repubblica". Cosi Gianpaolo Pansa a Mix24 su Radio 24 risponde a Giovanni Minoli su chi sia a consigliare male secondo lui il ministro Orlando. 

 PANSA A MIX24 SU RADIO 24: EMILIANO E' GIA' SPARITO. TORNERA' A FARE IL MAGISTRATO
"Di Emiliano hai detto che ha le palle ma chissà se ha anche il cervello" ricorda Giovanni Minoli durante il Faccia a Faccia a Mix24 su Radio 24 a Giampaolo Pansa che risponde: "Perfetto. Ha questo aspetto di vecchio bifolco ottocentesco che ha imparato a giocare a rugby. Comunque Emiliano è un personaggio che è già sparito, non c'è più". Al giornalista che gli chiede se abbia ragione a non voler lasciare la magistratura Pansa risponde: "Ha torto marcio. Intanto per cominciare mi piacerebbe una legge dove chi è magistrato non può entrare in politica e viceversa. Ma lui adesso tornerà perché si è messo in aspettativa, perderà la corsa con Renzi e dopodiché riprenderà a fare il magistrato" 

PANSA A MIX24 SU RADIO 24: LOTTI DOVEVA DIMETTERSI
"No, ha fatto malissimo perché non fa altro che confermare la sua inutilità" Così Giampaolo Pansa a Mix 24 su Radio 24 rispondendo a Giovanni Minoli in merito alle mancate dimissioni di Lotti.

PANSA A MIX24 SU RADIO 24: I 5 STELLE DISASTRO PER TUTTI. A ROMA SERVE GENERALE DEI CARABINIERI NON LA RAGGI

Se la sinistra si divide e il centro destra non riesce a unirsi allora vincono i 5 stelle? chiede Giovanni Minoli durante il Faccia a Faccia a Mix24 su Radio 24 a Giampaolo Pansa che risponde : "Sì, e sarà un disastro per tutti." Sull'ipotesi di un accanimento esagerato su Virginia Raggi Pansa a Radio 24 afferma: "Secondo me sì, ma c'è stato anche un accanimento dei 5 stelle. Non mandi una ragazza giovane. Per fare il sindaco di Roma ci voleva un generale dei carabinieri".
Se i Cinque stelle come forza di governo siano spaventati o credibili Pansa a MIX24 su Radio 24 sostiene: "Secondo me quelli più consapevoli, a cominciare da Grillo e per passare ai suoi luogotenenti sono spaventati" e aggiunge su Grillo: "Non mi piace perché è un parolaio né rosso né bianco. È un attore, un comico"

PANSA A MIX24 SU RADIO 24: PER L'ITALIA VEDO BENE MARCHIONNE O DRAGHI ALLA GUIDA DI UN GOVERNO TECNICO
"Sì" abbiamo già visto un governo tecnico "io però sono convinto che Monti ha fatto quello che doveva e oggi penso che un governo di eccellenze tecniche potrebbe essere guidato da Mario Draghi, l'attuale presidente della Banca Centrale europea, oppure da uno più muscolare come il capo della Fiat, Marchionne" cosi Giampaolo Pansa conferma a Giovanni Minoli a MIX24 su Radio 24 la sue tesi secondo cui "un insieme di galantuomini non legati ai partiti" sarebbe un buon governo tecnico per l'Italia.

PANSA A MIX24 SU RADIO 24: PAPA FRANCESCO UN IRREGOLARE PERCIO' MI PIACE
"Se mi piace Papà Francesco? Sì, molto perché è un irregolare, rompe gli schemi, sorprende sempre il mondo, sperando che non esageri". Così Giampaolo Pansa a Mix24 su Radio 24.

PANSA A MIX24 SU RADIO 24: ITALIA PAESE CORROTTO, MAI COME ADESSO

"Lo dico spesso ma mai come adesso" che l'Italia non c'è più. Così Giampaolo Pansa a Mix24 su Radio 24. Sulla corruzione risponde a Giovanni Minoli che è "assolutamente" d'accordo con le affermazioni di Davigo secondo cui oggi c'è più corruzione di 25 anni fa, epoca di tangentopoli e aggiunge replicando al giornalista che gli chiede se abbiano sbagliato tutti anche l'informazione: "Vuol dire che l'Italia è un paese corrotto, un paese dove c'è la Gomorra di Vigevano, ai miei tempi era rimasto famoso un articolo di Giorgio Bocca che di Vigevano diceva "mille fabbriche nessuna libreria". Le librerie forse ci saranno, c'è però Gomorra."

 

 



UniTrento - “Cerco un Uovo Amico!” A Pasqua sostenere la ricerca è più dolce

"CERCO UN UOVO AMICO!" A PASQUA SOSTENERE LA RICERCA È PIÙ DOLCE
Al via anche nelle sedi dell'Ateneo la distribuzione di uova di cioccolato solidali per raccogliere fondi per gli studi contro il neuroblastoma, uno tra i tumori pediatrici più aggressivi. L'Ateneo e l'Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma Onlus hanno lanciato oggi la campagna di Pasqua. La ricerca sui nuovi farmaci in corso al Centro di Biologia Integrata dell'Università

Trento, 21 marzo 2017 – (a.s.) A Pasqua anche la ricerca mostra il suo lato più dolce. L'Università di Trento ha deciso di sostenere la campagna "Cerco un Uovo Amico!" promossa dall'Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma Onlus, per raccogliere fondi attraverso la distribuzione di uova di cioccolato. Obiettivo: sostenere gli studi sul neuroblastoma, un tumore maligno, subdolo e aggressivo, prima causa di morte per malattia, dopo le leucemie, per bambini e bambine in età prescolare.
La campagna di Pasqua è stata illustrata nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta questa mattina in Rettorato. A presentare l'iniziativa sono stati il rettore Paolo Collini, il direttore del Cibio (Centro di Biologia integrata dell'Università di Trento), Alessandro Quattrone e la presidente dell'Associazione italiana per la Lotta al Neuroblastoma Onlus, Sara Costa.
Le uova di Pasqua solidali potranno essere ritirate, a fronte di una donazione, a partire dal 27 marzo presso le sedi dell'Università di Trento, negli orari di apertura. Dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18 nelle sedi del Rettorato (via Calepina 14) e dei dipartimenti di Economia (via Inama, 5), Giurisprudenza (via Verdi, 53), Sociologia (via Verdi, 26) e in collina Ingegneria (via Mesiano, 77) e al Polo scientifico e tecnologico Fabio Ferrari (via Sommarive, 9). A Rovereto potranno essere acquistate nella sede del Dipartimento di Psicologia e Scienze cognitive (Corso Bettini, 84) e in quella del CIMEC Centro Mente/Cervello (Corso Bettini, 31) sempre dalle 8 alle 18 dal lunedì al venerdì. Alla Biblioteca Universitaria Centrale (via Adalberto Libera, 3) saranno disponibili dal lunedì al sabato dalle 8 alle 23 e alla domenica dalle 14 alle 20. Possono inoltre essere richieste direttamente all'Associazione Neuroblastoma negli stand che saranno allestiti durante i fine settimana nelle piazze di Trento oppure online sul sito www.neuroblastoma.org. Per informazioni: tel. 010/9868319 oppure pasqua@neuroblastoma.org 
Le uova solidali della campagna "Cerco un Uovo Amico!" sono fatte di ottimo cioccolato Barry Callebaut, al latte o fondente, di qualità superiore; senza grassi vegetali diversi dal burro di cacao, senza OGM e senza glutine, quindi adatte anche ai celiaci. Il ricavato servirà per finanziare le attività di ricerca sul neuroblastoma, che vengono condotte anche all'Università di Trento presso il CIBIO (Centro di Biologia Integrata).
«Il Centro di Biologia Integrata dell'Università di Trento – ha aggiunto il direttore Alessandro Quattrone – ha avviato, da qualche anno, una linea di ricerca volta ad di individuare il "tallone d'Achille" biologico del neuroblastoma e, attraverso l'impiego di attrezzature robotiche di ultima generazione, a trovare dei farmaci nuovi che possano colpirlo efficacemente prolungando la vita nei bambini affetti dalla forma di malattia ad alto rischio. Questa ricerca si è concentrata sul cosiddetto "riposizionamento" di farmaci attualmente in uso per altre patologie, approccio che permette, qualora si identifichi una molecola efficace, tempi di sviluppo molto ridotti. I risultati ad oggi hanno permesso di identificare due farmaci candidati dalle caratteristiche interessanti, sui quali si stanno proseguendo le indagini».

La campagna "Cerco un Uovo Amico!" e l'obiettivo 2017
La campagna solidale "Cerco un Uovo Amico!" è promossa dall'Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S. e sostenuta dall'Università di Trento. L'Associazione è nata nel 1993 per volontà di un gruppo di genitori e degli oncologi che ne curavano i figli malati, presso l'Istituto G. Gaslini di Genova, centro di riferimento italiano per la cura di questa patologia. È attiva su tutto il territorio nazionale  e conta circa 120 mila sostenitori. Si occupa di raccogliere fondi per sostenere l'attività dei ricercatori che in tutta Italia lavorano sul Neuroblastoma.
Spesso questo tumore maligno non viene riconosciuto all'insorgenza dei sintomi, simili a quelli di una banale influenza e quando si giunge alla diagnosi, spesso si presenta in fase già avanzata con metastasi allo scheletro e al midollo. Con determinazione e con l'aiuto di tutti i suoi sostenitori l'Associazione ha donato oltre 20 milioni di euro alla ricerca scientifica, sostenendo il "Progetto Clinico – Traslazionale Italiano per il Neuroblastoma" volto a individuare cure innovative ed efficaci, farmaci e terapie sempre più personalizzate e a misura di bambino. 
L'obiettivo per il 2017 è ancora più ambizioso: finanziare un importante progetto di Immunoterapia genetica che, dopo due anni di laboratorio, sarà testato a breve sui primi pazienti all'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma. «È un lavoro di ricerca fondamentale, che dà speranza e permette di curare i bambini che non rispondono alle terapie tradizionali – sostiene la presidente Sara Costa – ma le risorse richieste spaventerebbero anche i più ottimisti. Il contributo della nostra Associazione sarà tanto più importante, quanto più ci aiuterete. Senza di voi i ricercatori non potrebbero proseguire le loro ricerche e salvare la vita di tanti bambini». 

Il Neuroblastoma
Il neuroblastoma è un tumore dell'infanzia che ha origine nel sistema nervoso simpatico e si presenta nella maggior parte dei casi con metastasi allo scheletro e al midollo che rendono la malattia molto grave e aggressiva. In età pediatrica rappresenta la terza neoplasia per frequenza dopo le leucemie e i tumori cerebrali ed è considerato la prima causa di morte per malattia in età prescolare.
Può colpire le ghiandole surrenali (presentandosi come una tumefazione addominale) o i gangli simpatici paraspinali (potendo comparire in qualsiasi tratto della colonna vertebrale: addominale, toracica e più raramente cervicale).
I sintomi più diffusi della malattia sono: febbre, anemia, inappetenza, ecchimosi alle palpebre. Le metastasi, frequenti e precoci, colpiscono ossa, linfonodi, fegato e midollo osseo.
Il Neuroblastoma è considerato dal mondo scientifico un ottimo modello di studio, data la peculiarità delle sue caratteristiche biologiche che ne giustificano la definizione di "insieme di tumori". Eventuali risultati nella cura sul Neuroblastoma si possono estendere a tutte le patologie oncologiche pediatriche e anche ad alcune forme dell'adulto.

L'incidenza e l'indice di sopravvivenza
Ogni anno in Italia vengono diagnosticati 150 nuovi casi di Neuroblastoma.  Il neuroblastoma rappresenta il 10% di tutti i tumori maligni dei bambini che è di gran lunga il tumore più frequente nei primi 5 anni di vita con un età media alla diagnosi di circa 2 anni; inoltre più della metà dei tumori diagnosticati nel periodo neonatale (cioè nel primo mese di vita) sono Neuroblastoma.
Anche se molto è stato fatto, ancora molto resta da fare, tutti i clinici e ricercatori stanno lottando per migliorare la cura del Neuroblastoma. Vi sono nuovi protocolli sperimentali in atto, grazie ai quali la sopravvivenza dei bambini malati è passata dal 30% dei primi anni '80 all'attuale 65/70% nei casi meno aggressivi; purtroppo nei casi più gravi che sono anche i più frequenti (con metastasi a scheletro e midollo) siamo ancora solo al 30%. 
L'incremento della sopravvivenza dipende dai progressi della ricerca scientifica. A oggi i risultati raggiunti hanno permesso una conoscenza ampia e approfondita del Neuroblastoma dal punto di vista biologico e molecolare. Grazie alla ricerca è stato possibile dar vita a un Registro Neuroblastoma e a un'analisi della casistica, passi fondamentali per formulare protocolli di cura. Per portare avanti lo "Studio prospettico italiano per i tumori neuroblastici in età pediatrica" è stata realizzata una piattaforma per i dati del Registro Italiano in collaborazione col CINECA (costo sostenuto nel 2015 per la prima fase, 24mila euro). 
Inoltre grandi passi avanti sono stati fatti nella diagnostica d'eccellenza e tempestiva e nella ricerca di nuovi marcatori diagnostici, oltre che nello studio di protocolli cura sui casi meno aggressivi. Per quanto riguarda gli approcci terapeutici mirati, è stato individuato che è possibile studiare l'effetto della terapia sul bambini in tempo reale (e non dopo 6-8 mesi di cure) attraverso gli esosomi, particelle del sangue prelevate dopo 3-4 giorni di infusione, il cui studio consente di stabilire se la cura abbia un buon effetto oppure se debba essere modificata in itinere. Un  risultato molto significativo che va nella direzione della terapia personalizzata. 

Maggiori informazioni sulla patologia e sul sostegno alla ricerca sono disponibili sul sito: http://www.neuroblastoma.org/  oppure sul sito dell'Università di Trento all'indirizzo: http://www.unitn.it/neuroblastoma


Fotoservizio ©Romano Magrone per l'Università di Trento


C.destra: Meloni a 24Mattino su Radio 24, sabato vedremo se possibile sintesi su Ue

C.destra: Meloni a 24Mattino su Radio 24, sabato vedremo se possibile sintesi su Ue

"In occasione della manifestazione 'Italia Sovrana in Europa' che faremo sabato 25 marzoall'Angelicum di Roma, oltre alle lectio magistralis delleimportanti personalità che interverranno, stiamo organizzando anche una tavola rotonda tra i vari esponenti dei movimenti di centrodestra per capire se sui grandi temi che riguardano l'Europa c'è la possibilità di trovare una sintesi". Lo ha detto il presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni intervenendo stamattina su Radio 24 alla trasmissione "24Mattino".   "Sul rapporto con Forza Italia io credo che siano due le questioni centrali e la prima riguarda il posizionamento in Europa: considero innaturale che Berlusconi stia nel partito della Merkel e di Sarkozy, che durante le conferenze gli ridevano in faccia. Tra loro c'è addirittura chi ha lavorato per fare in modo che lui non stesse più al governo".   "La seconda invece è il rapporto con Renzi: io non mi candido contro di lui per simpatia o antipatia ma perché rappresenta l'esatto opposto di una politica che vuole difendere gli interessi dei cittadini italiani. Per questo è impossibile per me un'alleanza con Renzi e chiedo di sottoscrivere la cosiddetta 'clausola anti inciucio': i partiti di questa metà campo si impegnino, solennemente e in ogni caso, a non fare accordi con il Partito democratico. In questo modo sarà possibile fare una alleanza seria. Alleanza con Alfano? Scherzando ho detto che più che 'alternativa popolare' potevano chiamarsi alternativa alla volontà popolare. In ogni caso ci rinuncio volentieri perché fare una cosa seria non significamettere insieme tutto e il contrario di tutto ma proporre unprogetto credibile", ha spiegato Meloni a Radio 24.

 



UniTrento – A 60 anni dai Trattati di Roma: incontro giovedì alla Scuola di Studi Internazionali

A 60 ANNI DAI TRATTATI DI ROMA: ORIGINI, PROBLEMI, PROSPETTIVE DELL'UE
Primo incontro del ciclo organizzato in occasione del 60° anniversario dei Trattati di Roma

Giovedì 23 marzo, ore 18
Scuola di Studi Internazionali, aula 3 (Trento – Via Tommaso Gar, 14)

Intervengono: Luisa Antoniolli, Andrea Fracasso e Umberto Tulli, tutti e tre docenti della Scuola di Studi Internazionali.

Tulli aprirà l'incontro illustrando le origini dell'Unione, Antoniolli discuterà le numerose difficoltà incontrate dall'UE a partire dalla crisi economica e finanziaria e Fracasso illustrerà gli aspetti salienti del recente Libro Bianco della Commissione Europea sul futuro dell'Unione, tra cui l'idea di integrazioni differenziate.

Il seminario apre il ciclo di incontri pubblici, dal titolo "Orizzonti Internazionali: dialoghi su attualità e affari internazionali", organizzato dalla Scuola di Studi Internazionali per celebrare il 60esimo anniversario della firma dei Trattati di Roma (25 marzo 1957) che hanno istituito la Comunità Europea, successivamente evoluta nell'odierna Unione Europea.

L'iniziativa è volta a promuovere l'integrazione tra la Scuola di Studi Internazionali e la cittadinanza trentina, oltre che a stimolare l'approfondimento e il dibattito su temi che, nonostante la dimensione transnazionale, hanno un impatto sulla vita quotidiana delle persone. La struttura degli incontri prevede una prima parte con brevi interventi dei relatori (docenti della Scuola e di invitati esterni) e una seconda parte di discussione libera con il pubblico.

Gli appuntamenti in calendario proseguiranno fino a giugno e affronteranno il populismo nelle elezioni europee, la tutela del patrimonio culturale nei conflitti armati e il processo di transizione in Colombia.

Ulteriori informazioni: www.unitn.it/ssi


QUASI 655 MILIONI NEL 2016: AVEDISCO DISEGNA IL FUTURO DELLA VENDITA DIRETTA

Milano, 21 Marzo 2017 - Essere felici anche senza posto fisso si può: non si tratta di precarietà del lavoro ma di diventare imprenditori di se stessi,  in un settore come la Vendita Diretta che non conosce crisi e si conferma in controtendenza rispetto alla congiuntura economica attuale. AVEDISCO  chiude il 2016 con un segno molto positivo: le 37 Aziende Associate hanno registrato un fatturato complessivo di quasi 655 milioni di euro con un incremento di oltre il + 14% rispetto al 2015.

 

Per AVEDISCO non è questione di guadagni facili ma di motivazione, formazione, realizzazione professionale e valorizzazione del rapporto umano. È proprio per delineare gli scenari futuri del settore e porre le basi di un costante miglioramento professionale che l'Associazione ha organizzato "Due Giorni in Cantiere", un evento che ha coinvolto esperti e operatori del Direct Selling e il sociologo di fama internazionale, Prof. Domenico De Masi. Al centro del confronto - che ha visto la partecipazione di 23 imprenditori della Vendita Diretta -  temi di attualità come lo sviluppo demografico, l'evoluzione tecnologica, la dialettica tra analogici e digitali, le innovazioni organizzative.

 

"Ho partecipato alla Due Giorni in Cantiere, organizzata da AVEDISCO, a cui hanno preso parte uomini,  donne, giovani e meno giovani alcuni in nuclei famigliari, tutti consapevoli di svolgere un lavoro bello e redditizio  – afferma il professor Domenico De Masi -. L'occasione  ha messo  in luce non solo gli scenari futuri  della Vendita Diretta  ma anche i fattori che fanno la differenza in questo settore:  questi 23 imprenditori sono 23 creativi, capaci di coniugare lavoro, studio e gioco in una forma post-moderna di ozio creativo, capace di rendere concreto il pensiero Zen secondo cui  chi è maestro nell'arte di vivere distingue poco fra il suo lavoro e il suo tempo libero, persegue semplicemente la sua visione dell'eccellenza in qualunque cosa egli faccia, lasciando agli altri decidere se stia lavorando o giocando. Lui pensa sempre di fare entrambe le cose insieme".

 

La soddisfazione degli Incaricati si traduce in un'occupazione in costante ascesa: AVEDISCO chiude il 2016 confermando, oltre alla crescita economica del settore del Direct Selling, anche il marcato aumento del numero degli Incaricati alle Vendite: dai quasi 170.000 operatori del settore registrati nel 2015 si è giunti agli oltre 215.000 del 2016,  segnando quasi il + 27%.

 


 

 


James Blake - My Willing Heart (Official Video)

Il lancio dei paracadustisti dei Carabinieri alla Stramilano

Polizia di Frosinone sperimenta i droni durante le operazioni di controllo

Genova, Grillo: "Decido io quando il candidato è sgradito? No, sono il G...